Storia

U.N.I.T.A.L.S.I.

Giovanni Battista TomassiLa nascita dell’UNITALSI è dovuta alla volontà di un giovane di nome Giovanni Battista Tomassi e ad una vicenda che ha segnato profondamente e cambiato la sua vita.
Giovanni nasce il 29 novembre 1880 a Roma, figlio di Carlo e Cesira e primo di dodici fratelli.
Riceve una profonda istruzione religiosa frequentando l’istituto Massimo, che però all’età di 12 anni deve abbandonare perché colto da una grave forma di artrite deformante. Da allora la sua fede comincia a vacillare…
All’età di 23 anni il padre, Carlo, amministratore dei Principi Barberini, decise di mandarlo a Lourdes per implorare la Madonna ad ottenere la guarigione. Giovanni accettò con la chiara intenzione però di fare un gesto eclatante davanti alla grotta di Massabielle qualora non avesse ottenuto la grazia della guarigione.
Si procurò dunque una rivoltella deciso a farla finita se non avesse ottenuto quello che voleva.
Nel 1903 quindi parte per Lourdes, ma una volta arrivato davanti alla grotta non ottiene il miracolo che egli voleva con tanto fervore ma qualcosa dentro di lui cambia profondamente: alla vista di tanti altri malati, forse anche più gravi di lui, si rende conto che avevano in volto il sorriso e la gioia di pregare assieme. Ecco il vero miracolo: l’accettazione della vita di dolore quale sublime condivisione della sofferenza di Cristo sulla croce e nonostante tutto avere la forza di essere felici e di sorridere.
Giovanni comincia allora a capire tutto questo e fissando intensamente il volto della statua della Madonna, due lacrime scendono dai suoi occhi sul suo viso e capì che comunque aveva ricevuto il miracolo: la guarigione dello spirito.
Andò dunque dal direttore spirituale del pellegrinaggio, il Vescovo Mons. Radini Tedeschi, consegnandogli la pistola e dicendo: “Ha vinto la Madonna! Tenga, non mi serve più! La Vergine ha guarito il mio spirito”. Ed aggiunge: “Se Lourdes ha fatto bene a me, farà bene a tanti altri ammalati”. Manifesta così al Vescovo e al giovane sacerdote che lo accompagna, Don Angelo Roncalli, poi Papa Giovanni XXIII, l’idea di fondare una specifica associazione.
La Madonna gli dona una nuova gioia di vivere e gli procura il desiderio di creare così un'organizzazione per il trasporto di altri ammalati presso il Santuario di Lourdes, per dare loro la possibilità di ottenere la stessa grande consolazione che aveva trovato lui.
Totalmente irriconoscibile nello spirito e nel comportamento, carico di rinnovato entusiasmo per la vita e per le realtà che lo circondavano, tornato a Roma, mise in piedi l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes (UNTAL), poi nel tempo trasformatasi in UNITALSI.

Sottosezione di Treviso

I primi sintomi di vita Unitalsiana nella diocesi di Treviso li troviamo già al tempo del Vescovo mons. Longhin (1904 – 1936). Infatti nel 1908 Sua Eccellenza mons. Andrea Giacomo Longhin fu nominato, direttamente dal Sommo Pontefice San Pio X, suo delegato a Lourdes in occasione della ricorrenza cinquantennale delle Apparizioni. Ad accompagnare il Vescovo ci fu un gruppo do pellegrini con qualche malato.

Nel periodo tra la prima e seconda guerra mondiale ci sono tracce di vita unitalsiana in qualche lettera pastorale dei Vescovi. È solo dopo la seconda guerra mondiale che nasce la figura dell'incaricato diocesano per la pastorale: dal quale dipendevano tutti i settori della pastorale, compresi U.N.I.T.A.L.S.I., pellegrinaggi, malati, ecc..

1966: la sottosezione ha ufficio proprio con due laici che si interessano esclusivamente dei pellegrinaggi, secondo i programmi della Sezione Triveneta. Complessivamente dal 1966 al 1972 hanno partecipato 1922 persone ai vari pellegrinaggi. L'Assistenza Spirituale veniva svolta dal responsabile della pastorale. Vanno ricordati mons. Angelo Martini, mons. Sereno Venturin, mons. Giovanni Bordin.

L'anno 1980, con il Vescovo mons. Antonio Mistrorigo, la Sottosezione prende finalmente figura organizzativa propria con la nomina di un Presidente e di un Assistente Spirituale.

Primo Presidente: don Egidio Danieli 21/02/1980 e riconfermato il 24/11/1985.

Primo Assistente Spirituale: don Giovanni Tasinazzo 21/02/1980 e riconfermato il 24/11/1985. In data 16 luglio 1984 don Giovanni riceveva la nomina di CAPPELLANO ONORARIO della insigne Basilica di Lourdes con biglietto del Vescovo di Tarbes e Lourdes.

Per venire ai nostri giorni, il cambio di Presidente è avvenuto il giorno 26/11/1995 nella persona di Capello Dario e quello dell'Assistente Spirituale il 20/10/1997 nella persona di mons. Pietro Vangelista.

Domenica 21 marzo 2004 i Soci sono stati chiamati alle votazioni per eleggere il nuovo Presidente e il nuovo Consiglio. Eletto Presidente il dott. Antonio Beccari.

Nelle votazioni del 2010 Dario Capello è ritornato alla presidenza.

La Sottosezione di Treviso è organizzata in una quindicina di gruppi interparrocchiali. Mensilmente alcuni si riuniscono presso qualche famiglia (malati e soci) per la recita del Santo Rosario e un momento di formazione.

La Sottosezione è composta da:

  • Barellieri e Sorelle: 350
  • Malati: accompagnati ai vari pellegrinaggi circa 150/200
  • Pellegrini annuali: 1500 circa
Condividi

Questo sito utilizza i cookie.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più

Accetto