Dona il tuo 5xmille all'Unitalsi

Banner pubblicitario per donare il 5xmille all'unitalsi

Destinando il tuo 5xmille all’Unitalsi sosterrai i nostri pellegrinaggi e tutte le opere di carità che portiamo avanti da oltre 117 anni!

Come donare il 5xmille all’Unitalsi

Se presenti il Modello 730 o Unico:

  1. compila la scheda sul modello 730 o Unico;
  2. firma nel riquadro indicato come "Sostegno alle organizzazioni non lucrative"
  3. indica nel riquadro il codice fiscale dell’Unitalsi: 04900180581

Per tutte le informazioni su come donare il tuo 5xmille all’Unitalsi, collegati al sito https://cinquepermille.unitalsi.it/

Il saluto del nostro Presidente Antonio Montemitro

Foto con il presidente dell'Unitalsi Nazionale Antonio Diella e del presidente dell'Unitalsi sottosezione di Treviso Antonio Montemitro

Cari amici,
stiamo ancora vivendo un tempo sospeso, l'usuale corso dei nostri pensieri e delle nostre abitudini quotidiane è stato sospeso, viviamo giorni senza progetti, la paura e la speranza si alternano senza pausa. Ci siamo scoperti fragili e come comunità e come persone.
La nostra cara Unitalsi vive un momento unico della sua storia: le notizie che giungono da presidenza nazionale ci informano che tutti i pellegrinaggi sono SOSPESI; si vedrà nei mesi a venire se e come si evolverà la situazione dell’epidemia e vedremo se sarà possibile organizzare qualcosa, magari a livello locale... ma decidere oggi è prematuro perché noi siamo un popolo nei nostri spostamenti!
In questo scenario si inserisce la mia posizione di Presidente: sono stato eletto, su chiamata di Dario Capello, nel maggio 2014; già lo scorso anno doveva esserci il cambio, ma la presidenza di Bassano mi ha pregato di spostare a quest'anno l'elezione per allinearmi alle presidenze delle altre sottosezioni.
In questi giorni la presidente Renata Stevan mi ha telefonato per dirmi che si pensa di spostare le elezioni al prossimo anno, vista la situazione di crisi di questo momento.
Tornando a noi, prima della comparsa della pandemia io avevo già espresso il desiderio di lasciare il testimone a qualcuno che potesse continuare a servire con passione l’Associazione.
Ho fatto numerosi sondaggi: qualcuno ha declinato per motivi di lavoro, qualcuno per motivi familiari. In questa ricerca ho chiesto l'aiuto della Madre Celeste e siamo stati premiati: Claudia Scilla, nonostante i suoi numerosi impegni, ha dato il suo assenso.
Credo che, aldilà delle simpatie personali, è una sorella che merita tutto il nostro affetto e la nostra collaborazione.
Io ho dato quello che potevo, cercando di conservare l'onestà dello spirito, in umile servizio.
Lascio un gruppo coeso, dove ho sempre cercato di smussare qualsiasi divergenza o dissidio.
È il compito di chi è chiamato a condurre un'Associazione di Volontari.
Non è stato difficile: voi tutti volontari e carissimi ammalati ed anziani siete persone meravigliose.
Ho imparato molto da voi, ho ricevuto più di quanto ho dato.
E voglio ricordare una frase del vescovo emerito Gianfranco Agostino Gardin: "Lei deve seguire l'Associazione perché ha molto da imparare".
Ed è stato vero: ho imparato tanto, la pazienza, l'ascolto, l'amore gratuito verso tutti senza distinzione di aspetto fisico o di intelligenza.
Ho coniato le frasi "simpatia diffusa, di basso profilo", ho cercato di combattere l'orgoglio in me e negli altri.
Voglio qui ringraziare tutti, in particolare ringrazio il nostro caro Don Antonio, che anche in questi giorni non si dimentica di noi.
Concludo chiedendovi di ringraziare la Nostra Madre Celeste, che mi ha sempre guidato con mano leggera e sguardo dolce nelle decisioni che ho dovuto prendere.
Dirò di più: in certi momenti restavo immobile con pensieri e azioni, Lei mi trovava la soluzione.
Dopo questa esperienza non sarò quello di prima.
Continuerò a sostenere questo gruppo al quale appartengo dal 1992, con la preghiera che continui a vivere per donare a chi viene dopo di noi quello che io ho ricevuto in questi anni.
Tornando allo scopo di questa lettera vi comunico che, in ottemperanza alle regole dello Statuto, ho inviato alla Presidenza Sezionale di Bassano la mia lettera di dimissioni e proposto di nominare provvisoriamente la sorella Claudia Scilla Commissario Sottosezionale. Il suo servizio ci accompagnerà fino alle elezioni ufficiali che si svolgeranno nell’autunno del 2021, dove chiunque dei soci in regola, potrà espletare il diritto/dovere di voto per il Presidente e per il Consiglio, sia confermando Claudia oppure scegliendo altra persona che si renderà disponibile.
Io spero e prego per Claudia, perché credo nelle sue capacità unite ad una grande fede.
In questa circostanza mi preme aggiungere un punto importante.
Senza Pellegrinaggi ed eventi aggregativi le casse dell'Associazione vanno in profondo rosso, con il rischio di dover chiudere in modo definitivo.
Quindi oltre ad offrire dell'olio e delle piantine di ulivo (che sono arrivate in Diocesi ieri e in questi giorni sarete informati delle modalità idonee per il conferimento) stiamo pensando ad una raccolta fondi fra i nostri soci e simpatizzanti, ma anche di questo aspetto sarete presto informati.
In questo tempo sospeso dove tanti hanno parlato tanto, io mi sono imposto il silenzio, la meditazione, la speranza, la preghiera.
Un abbraccio fraterno a tutti.
Grazie
Antonio Montemitro

RINVIATA la Giornata Nazionale dell'Unitalsi

Banner che comunica la sospensione della Giornata Nazionale dell'UnitalsiA seguito dell’ultimo decreto del Presidente del Consiglio, riguardante la situzione che stiamo vivendo a causa del coronavirus, Vi comunichiamo che la programmazione della “Giornata Nazionale dell'Unitalsi” viene rinviata in data da destinarsi.
Vi terremo aggiornati sulla situazione non appena avremo comunicazioni in merito.

Inoltre comunichiamo che l'ufficio della segreteria della nostra sottosezione di Treviso rimane chiuso da giovedì 12 marzo fino a venerdì 3 aprile.
Per qualsiasi informazione, potete telefonare al numero 3406481653, possibilmente al mattino dalle ore 9.00 alle 11.00.

"Io sono l'Immacolata Concezione" - Tema Pastorale dell'anno 2020

Copertina del libretto di approfondimento del tema pastorale dell'anno 2020 del Santuario di LourdesQuesto è il tema che il Santuario di Lourdes ha scelto per l’anno pastorale 2019-2020.

Quante volte, noi Unitalsiani di lungo corso, abbiamo letto o ascoltato questa espressione dolce e musicale... "Que soy era Immaculada Councepciou".

Della storia di Lourdes, centrata sulla breve ma intensa vita terrena di Santa Bernardette, questa frase è la chiave di volta che viene in soccorso alla fragile comprensione umana, almeno per me, che sono portato al razionalismo. Questa frase, ripetuta più volte da santa Bernardette, senza averne compreso il significato, al parroco di Lourdes, padre Dominique Peyramale, mi è stata decisiva nel credere che S. Bernardette ha veramente incontrato la Madre Celeste. (leggete: "Bernardette non ci ha ingannati" V. Messori).

Solo quattro anni prima di questo episodio, il Papa Pio IX aveva stabilito il dogma dell’Immacolata Concezione. "Se la Santa Vergine mi ha scelto è perché sono la più ignorante". E come fa una ragazza con disturbi dell’apprendimento (come si direbbe oggi) in uno sperduto paese dei Pirenei ad aver ascoltato o letto, e compreso il significato di questa frase? Questo episodio è impresso nella mia mente e viene in aiuto quando il dubbio mi assale. Ed il dubbio accompagna la mia fede quotidiana. Perdonatemi questa digressione personale. Di solito il presidente deve parlare di problemi tecnici-organizzativi, ma nell’ultima riunione dei presidenti di sottosezione, la nostra cara presidente Renata ci chiedeva quali temi approfondire negli incontri.

Leggi tutto: "Io sono l'Immacolata Concezione" - Tema Pastorale dell'anno 2020

Questo sito utilizza i cookie.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più

Accetto